Registrati ora e gioca! Clicca QUI!
 
≡ Betting Exchange

Bookmaker .com vs .it, quote migliori? Falso, hanno le stesse quote.

in Guida Scommesse

Quote Bookmaker .itUna delle leggende metropolitane riportata da qualche utente che ci ha scritto è che le quote dei .com sono migliori dei .it. Giova precisare che in genere quando si parla di .com si intendono i siti non autorizzati dal Ministero e quindi che non possono operare in Italia mentre per .it in genere si definiscono i siti legali.

Siti legali e illegali

Un esempio di siti non autorizzato è ad esempio bet365.com mentre un esempio di siti autorizzato è www.betfair.it. Andiamo quindi ad analizzare le quote dei bookmaker e fare vedere come sia falsa questa tesi.

C’è stato un tempo in cui realmente i .com, molti anni fa, avevano quote migliori dei .it, si trattava dei primi anni in cui era presente il gioco legale in Italia. Nel tempo queste differenze si sono assottigliate e non esiste più questa differenza. Ci sono a volte dei bookmaker .com che hanno una quota leggermente superiore ai .it e altre volte delle quote .it che sono migliori dei .com. Non esiste un dominio.

Anzi, considerando che giocare sui .com non è consentito e che su quelle vincite non sono pagate le tasse possiamo dire che è doppiamente sbagliato giocare sui siti non autorizzati da AAMS.

Facciamo un esempio a caso prendendo la partita della Lazio contro il Legia Varsavia, ecco  la tabella di comparazione delle quote tra .com e .it:

Legia Varsavia – Lazio

Bookmaker 1 X 2
Bet365.com 4.00 3.40 1.90
Tipico.it 4.20 3.50 1.90
Betfair.it 3.85 3.60 1.90
PaddyPower.it 4.40 3.35 1.85
Iziplay.it 4.50 3.50 1.75
WilliamHill.it 4.33 3.50 1.91

 

In grassetto sono riportate le quote migliori dei bookmaker.it rispetto ai .com e in grassetto corsivo quando corrispondono.

Risultati

Quello che salta subito all’occhio è che sono in tanti i siti .it ad avere quote migliori del .com e in generale c’è un sostanziale equilibrio. In realtà questi dati vanno ulteriormente a vantaggio dei .it in quanto sono già tassate alla fonte mentre le quote che vedete da parte dei .com devono essere ancora tassate.
Ad esempio considerando una tassazione del 20% (la percentuale corretta può dirvela solo il vostro commercialista in fase di dichiarazione dei redditi diversi) sulla quota del 4.00, togliendo 0.80 quella quota diventa 3.20 per l’1, e poi 2.72 per la X e 1.52 per il 2.

Perché esistono i sostenitori del .com?

Ci sono diverse ragioni, la più innocente è l’ignoranza, intesa come mancanza di informazione. Quando si frequenta un sito o un forum dove tutti continuano con questa manfrina alla fine non si ragiona più con la propria testa e si crede ancora alla leggenda metropolitana delle quote dei .com migliori dei .it.

Un altro motivo può essere rifiuto del senso dello Stato, quando si preferisce giocare all’estero sapendo di evadere invece di preferire l’alimentazione del Sistema Italia.
La libertà a cui alcuni si riferiscono non deve essere confusa con l’evasione e con l’illegalità. In Italia la legge lo ripetiamo è chiara possono operare solo i siti con licenza AAMS e dovrebbe aprire gli occhi come la stessa Stanleybet si è adeguata a questa normativa.

Comparazione con Betfair.com

Qualcuno potrebbe suggerire di confrontare le quote dei siti .it con betfair.com.
Il confronto sarebbe sbagliato, in quanto si andrebbero a confrontare le quote di un sistema tradizionale con quella di un Betting Exchange. Il confronto lo si può fare tra quote del betting exchange .com e quello .it ebbene sono in linea di massima identiche. A volte sono migliori quelle del .it e a volte del .com ma c’è un forte equilibrio.

Offerta

Un ultimo punto che poteva parzialmente giustificare i fautori del .com un tempo era l’ampia scelta di scommesse ma anche su questo punto ormai i siti AAMS si sono adeguati e si stanno ulteriormente adeguando. Già negli ultimi mesi sono uscite nuove modalità di scommessa e altre sono state appena introdotte come i palinsesti complementari e a quel punto ogni bookmaker può scegliere che tipo di scommesse offrire oltre al palinsesto standard AAMS. Inoltre sono in fase di rilascio scommesse virtuali e betting exchange.

Bet365.com e Betfair.com

A proposito di Bet365.com e Betfair.com vogliamo segnalare che non accettano più giocatori italiani da tempo. Su Betfair è già attivo da parecchio tempo il .it che consentirà tra poche settimane di poter utilizzare il Punta e Banca. Per Bet365 chissà magari in futuro introdurrà anche lui un .it. Rimane un dato certo, ad oggi è possibile divertirsi con le scommesse classiche già con i siti legali italiani autorizzati da AAMS e in nel prossimo futuro completeremo il divertimento con il betting exchange.
Come al solito saremo qui per formare tutti gli utenti a diventare ottimi trader.

Quali sono i migliori siti .it?

Considerando che non esiste un bookmaker assoluto migliore e che è consigliabile avere sempre più di un conto attivo soprattutto se si scommette sulle singole potete fare riferimento alla nostra guida: Quali sono i migliori bookmaker in Italia.

Clicca qui per registrarti e iniziare con il Betting Exchange!




{ 9 commenti }
  • Alain Bossi

    veramente su betfair la Lazio si gioca sopra quota 2 e il Legia a 4.4/4.6
    ma vogliamo parlare degli stake e della serietà nei pagamenti? i .com sono avanti anni luce Capitolo legalità: giocare sui .com non è reato, nè esiste una norma che lo impedisce. Lo dico da Avvocato, l'ignoranza sta in chi sostiene il contrario….vi invito a non cancellare questo messaggio

    Rispondi
    • Betting Exchange

      Ciao Alain, le quote si muovono se ora betfair offre addirittura la Lazio sopra 2 ancora meglio, conferma il fatto reale cioè che le quote sono identiche tra .com e .it anzi in questo caso addirittura sono meglio quelle dei bookmaker legali.
      In merito al discorso legale e illegale inutile ripetere sempre le stesse cose fino a che ci saranno le leggi italiane che dicono che solo i bookmaker AAMS possono operare in Italia e fino a che collegandosi al sito .com non autorizzato ci sarà il blocco del Ministero quei siti sono illegali.
      Lo puoi dire da avvocato come lo dice uno della nostra redazione che fa l’avvocato e sostiene il contrario. Quando cambieranno le cose semmai cambieranno saremo ben lieti di prenderne atto magari quando arriverà la licenza europea di cui siamo sostenitori.
      Per il resto perchè cancellare il tuo messaggio? Si possono cancellare messaggi di chi non sa cosa significa il dialogo e il rispetto non un normale commento come il tuo.
      Perchè Stanleybet ha preso licenza AAMS per il suo sito?
      Non ti viene un dubbio?
      Portaci la legge del Parlamento italiano che dice che i siti .com sono legali e la pubblicheremo. Nell’occasione magari chiedi anche un’intervista ad AAMS e pubblicheremo anche quella.

      In merito al discorso stake non sappiamo che siti utilizzi e quanto giochi ma con quelli inseriti nella nostra dei migliori siti ci troviamo bene da anni e considera che siamo scommettitori professionisti.

      In merito ai pagamenti stesso discorso, prova a usare quelli indicati da noi, vanno alla grande: http://bettingexchange.it/quali-sono-migliori-bookmaker-italia-12074/

      Rispondi
  • Alain Bossi

    Vero le quote cambiano e 99 volte su 100 quelle dei .com sono superiori come il vs esempio dimostra chiaramente. Per la cronaca la Lazio ora a 2.04
    La legge del Parlamento non ve la posso portare perchè non esiste, così come NON ESISTE UNA LEGGE CHE VIETA DI GIOCARE SUI .COM. A meno che nel frattempo aams non sia diventato un organo legiferante in grado di vietare diritti riconosciuti da norme comunitarie e sentenze della corte Europea ben note anche in tema di betting. Come il Collega che vi assiste mi insegna, tra le leggi nazionali e quelle europee prevalgono quest'ultime…o forse mi sbaglio?
    Riguardo al discorso bookmakers .it o non pagano o hanno stake ridicoli (2 euro, 10 se sei fortunato) o entrambe le cose. Ma queste purtroppo sono cose stranote a chi ha una minima conoscenza del mondo targato aams che considera chi gioca alla stregua di un pollo da spennare, invece che un soggetto da tutelare

    Rispondi
    • Betting Exchange

      Alain rileggi bene l’articolo. Le quote dei .com e .it sono uguali anzi se vedi nel palinsesto in questo caso migliori le quote AAMS che quelle del .com.
      La quota di bet365.com al momento è ancora a 1.90. La quota a cui fai riferimento tu probabilmente è betfair.com ma in questo caso allora sei stato distratto e non hai letto bene l’articolo e ti invitiamo a rileggerlo perché c’è un riferimento specifico al Betting Exchange. Non si può paragonare un sito non exchange o uno exchange. Quando arriverà il betting exchange in Italia potremo fare il confronte.
      Il dato di fatto e oggetto dell’articolo è che .com e .it hanno le stesse quote. Punto.
      Per il discorso legislativo inutile continuare a palleggiare, in Italia possono operare solo i siti autorizzati da AAMS.
      In merito agli stake ti suggeriamo di nuovo di provare i siti suggeriti, vedrai che ti troverai bene.

      Rispondi
  • Alain Bossi

    Distratto io?! l'articolo l'avete modificato dopo le mie obiezioni 🙂
    Se l'Italia sta ancora in europa scommettere sui .com è legale senza se e ma questo dice la Legge. chi sostiene il contrario dice il falso. Punto.
    I siti it purtroppo li ho provati 2 euro di puntata massima e pagano solo dopo che li hai minacciati di azioni legali (tanto per non fare nomi Betflag e Whilliam Hill)
    mai più grazie
    E vogliamo parlare di palinsesto?
    Ad esempio su Tipico addirittura 6 sport in programma, su B365 siamo oltre a 30 e tralascio il live perchè il paragone sarebbe non impietoso ma di più
    Non prendiamoci in giro, i ptofessionisti non giocano certo sugli .it mica son matti

    Rispondi
    • Betting Exchange

      Alain la prendiamo come una battuta, l’articolo è stato così sin dall’inizio.
      Per il resto ripetiamo per l’ultima volta i punti poi è inutile proseguire e messaggi ridondanti verranno cancellati in quanto non servono a nulla.
      Chiudiamo la discussione ribadendo che in Italia possono operare solo siti AAMS e se vuoi fare un’azione portala in Parlamento.
      Fino a che collegandosi ad un sito non autorizzato ci sarà il blocco AAMS quello è un sito illegale.
      Per il resto per la terza volta ti invitiamo ad usare i siti suggeriti qui http://bettingexchange.it/quali-sono-migliori-bookmaker-italia-12074/ vedrai che ti troverai bene.
      In Italia 2 euro è la puntata minima non massima. In realtà non esiste una puntata massima ma un limite di vincita che è di 10.000 euro per le scommesse singole e multiple e 50.000 euro per i sistemi.
      Ti assicuriamo infine che siamo professionisti delle scommesse e che giochiamo sui .it. Basta saper scommettere.

      Rispondi
  • Redazione

    Aggiornamento:
    Ci scrive un utente suggerendo di analizzare anche le quote Pinnacle e Sbobet, eccole:
    Pinnacle 4.33 3.50 1.92
    Sbobet 3.40 3.30 1.92
    4 su 6 quote sono più basse rispetto ai siti AAMS e le 2 migliori si riferiscono ad una quota di 1.92 contro 1.91, in pratica un 0.01 inesistente.
    Grazie per averci dato modo di ribadire il concetto che le quote .it e .com si equivalgono.

    Rispondi
  • fabrizio

    Peccato che quando inizi a essere un vincente e inizi a steccare tanto gli aams o ti limitano lo stake o ti bloccano il conto :p

    Rispondi
Scarica Gratis la Guida Betting Exchange in PDF:
– Introduzione al Betting Exchange
– Differenze con le scommesse tradizionali
– I vantaggi del Punta e Banca
– Cosa significa puntare e bancare scommesse
– Cosa è l’abbinamento delle scommesse
– Cosa è lo Scalping
– Come fare soldi prima che inizi l’evento
– Gli strumenti per fare soldi con il Punta e Banca

CLICCA QUI PER AVERLA (E’ GRATIS)!

Inserisci un commento o una domanda

Do NOT follow this link or you will be banned from the site!