Betting Exchange: Ladbrokes acquista Betdaq

Ladbrokes ha perfezionato l’acquisto di Betdaq, il secondo sito più importante per il Betting Exchange nel mondo dopo Betfair. La notizia di Ladbrokes in trattativa con Betdaq era stata già anticipata, ma l’accordo definitivo è arrivato soltanto ora e l’acquisto è stato concluso per la cifra di 30 milioni di euro. Ladbrokes è il secondo […]

Ladbrokes ha perfezionato l’acquisto di Betdaq, il secondo sito più importante per il Betting Exchange nel mondo dopo Betfair. La notizia di Ladbrokes in trattativa con Betdaq era stata già anticipata, ma l’accordo definitivo è arrivato soltanto ora e l’acquisto è stato concluso per la cifra di 30 milioni di euro.

Ladbrokes è il secondo più importante bookmaker nel Regno Unito e dopo una trattativa precedente, che non era andata a buon fine, l’azienda è riuscita nell’acquisto di uno dei più importanti siti di Betting Exchange nel mondo, Betdaq, che è stato fondato nel 2000 dall’irlandese Dermot Desmond. Anche se la supremazia di Betfair nel settore del Betting Exchange è indiscutibile, Betdaq è comunque un sito di riferimento per gli appassionati di scambio scommesse.

Grazie all’accordo per l’acquisto di Betdaq, che verrà perfezionato nel mese di febbraio 2013, Ladbrokes potrà offrire ai propri utenti un nuovo servizio, e il valore delle azioni del bookmaker britannico non è tardato a salire del 3,5% dopo la notizia della conclusione della trattativa.
Approssimativamente, Betdaq viene utilizzato dal 7% degli scommettitori in Irlanda e nel Regno Unito.
Per Ladbrokes si tratta di un’ottima opportunità per aumentare la propria offerta di servizi, in particolare a proposito del Betting Exchange, che dovrebbe arrivare anche in Italia entro il 2013.


Siti e Bonus

Per usare le scommesse Exchange è possibile usare questi siti:

Betfair: 10 EUR subito + 400 EUR di benvenuto. Clicca Qui per Visitare il Sito

Betflag: Fino a 400 euro senza deposito per le scommesse. Clicca Qui per Visitare il Sito

Riservato ai maggiorenni. I siti indicati sono autorizzati dallo Stato italiano. Giocare con moderazione, il gioco può creare dipendenza.

Aggiungi commento