Su quali campionati scommettere e quando?

Facciamo un approfondimento su quali campionati scommettere e in quale periodo dell’anno a prescindere che si stia parlando di betting exchange o di bookmaker tradizionali.

Scommesse: quali campionati e quando?
Scommesse: quali campionati e quando?

Domande

Ci sono alcune domande che mi sono pervenute che reputo simili tra loro:

  • “Su quali campionati scommettere?”
  • “Quando non c’è la Serie A su che torneo posso giocare”?
  • “Ogni periodo dell’anno è buono per le scommesse?”

Il punto in comune con questi quesiti è che si può scommettere su tutti i campionati di calcio e in ogni periodo dell’anno. Questa è la risposta tecnica, ma ci sono delle precisazioni da fare.

Video

Inizio a rispondervi con l’apposito video, poi di seguito trovate altre informazioni utili nell’articolo. Vedete entrambe per avere in maniera approfondita tutte le risposte che cercate.

Il 99,9% dei giocatori scommette male

Partiamo dall’inizio, il giocatore medio, di cui si compone il 99,9% degli utenti, tende a giocare i campionati di calcio più noti come la Serie A, la Serie B, la Premier League ed è per questo che quando mancano questi campionati si sente “perso”.

Il problema è che il giocatore medio fa un errore madornale: “pensa di sapere”. Come ho spiegato nel libro Quote Scommesse Calcio ci sono tanti preconcetti del classico scommettitore che poi lo portano a perdere puntualmente, alla fine dell’anno saranno sempre più i soldi persi che quelli vinti.

Sì, certo, può avere una o più botte di fortuna per cui una volta fa vincite alte, ma poi, proprio perché gioca male e ha questi preconcetti il suo bilancio sarà sempre in rosso anche se non vorrà ammetterlo.

Quale è il problema? Semplice, non sa giocare. Dove per giocare intendo che non sa farlo correttamente. Questo è il motivo per cui quando non c’è la Serie A e i massimi campionati di calcio si sente spiazzato.

Questo è lo stesso motivo per cui l’estate lo scommettitore medio non gioca o lo fa molto poco e, peggio ancora, magari lo fa su eventi che possono essere talvolta difficili da giocare come Mondiali di calcio o Campionati Europei.

Bisogna avere un metodo

Non sa giocare perché non ha un metodo. Oppure ha un metodo inefficace. Per questo serve un metodo vincente. Il mio libro Quote Scommesse Calcio spiega proprio questo, come giocare in maniera corretta e migliaia di persone ne stanno traendo beneficio.

Quando c’è un metodo vincente come quello che vi insegno io, potete giocare su qualsiasi campionato di calcio e, badate bene, in qualsiasi momento dell’anno.

Questo perché il metodo è vincente sia che giochiate sulla Serie A o la Champions League, sia che si tratti della J3 League giapponese, o la Serie D brasiliana o spagnola.

Una volta che avete imparato a giocare correttamente, potete farlo sempre.

Scommettere tutti i giorni è possibile, ma è sbagliato farlo

Questo significa che è possibile giocare tutti i giorni? Sì, ma sarebbe un errore farlo. Potenzialmente si può giocare ogni giorno, ma non è detto che ci siano sempre delle partite buone. A volte sappiamo che il pronostico è debole e quindi, meglio evitare la scommessa.

Quando non siamo convinti, è meglio lasciare stare: perché buttare i soldi? Perché rischiare? Una volta potrà andare bene, ma altre no. Proprio perché si gioca senza un metodo preciso.

Quando non siete convinti, fermatevi. Quando siate stanchi fermatevi. Giocate solo quando siete tranquilli, lucidi e avete davanti una partita il cui pronostico vi piace molto.

L’importanza di saper fare pronostici vincenti

Nel libro Quote Scommesse Calcio vi insegno a fare pronostici vincenti e il mio obiettivo è permettervi di avere una percentuale di vittoria dall’81% in su. Questa percentuale vi consente poi, qualora decidiate di scommettere, di avere scommesse vincenti anche superiori a questa percentuale. Questo perché ricordo sempre che una cosa è il pronostico e una cosa è la scommessa.

Il pronostico ad esempio può essere un Over 2,5 o Over 3,5 e la scommessa magari la fate diventare Over 1,5 o Over 2,5, aumentando la possibilità di vincere.

Ora se voi iniziate a giocare invece senza metodo, continuerete a sbattere incontro una cassa sempre in rosso. Starete sempre a caricare il conto e ad arrabbiarvi, questo a prescindere se stiamo parlando di betting exchange o scommesse tradizionali.

Ogni campionato è buono per scommettere

Quando avete imparato a giocare bene, ogni campionato è buono. Ad esempio quando manca la Serie A durante l’estate ci sono i campionati nordici (Svezia, Norvegia, Finlandia, Danimarca), quelli dei Paesi dell’Est e, eventualmente anche quelli americani e africani. In particolare il Sud America è molto ricco di eventi durante l’estate ed è un piacere giocare su tutti i campionati quando i vostri amici al massimo sanno sparare a caso sulla Serie A.

Conclusioni

Si può scommettere su qualsiasi campionato di calcio e in qualsiasi periodo dell’anno, purché ci sia alla base una forte preparazione e un equilibrio psicologico. Se manca un metodo e se manca la tranquillità, state sicuro che perderete sempre il sorriso, perderete e vi arrabbierete. Giocare con moderazione non solo è una raccomandazione che ADM stessa fa, ma è fondamentale per fare bene. Se non avete controllo, perderete. Anzi, la raccomandazione è quella di non mettere nemmeno un euro nelle scommesse fino a che non sarete in grado di fornire pronostici vincenti con regolarità, questo è uno dei principali alla base del mio libro.

Link Utili:


Info Offerte Nuovi Registrati

Betfair: 100% Rimborso Exchange fino a €50. [APRI SITO]

Betflag: commissioni 2%. [APRI SITO]

Riservato ai maggiorenni. I siti indicati sono autorizzati dallo Stato italiano. Giocare con moderazione, il gioco può creare dipendenza.

Giulio Giorgetti

Amministratore del sito Betting Exchange®

2 commenti