Tassa 0,5% sul betting exchange: TAR Lazio sospende il pagamento

Il Tribunale amministrativo regionale (TAR) del Lazio ha sospeso il pagamento della tassa dello 0,5% sul betting exchange in seguito al ricorso di Betfair contro Agenzia delle Dogane e dei Monopoli – Direzione Giochi, Ministero dell’Economia e delle Finanze, Presidenza del Consiglio dei Ministri, Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento per Lo Sport, Ministero per Le Politiche Giovanili e Lo Sport.

In particolare Betfair ha fatto ricorso al TAR  per ottenere l’annullamento, previa sospensione, dell’efficacia della determinazione direttoriale del direttore generale di AAMS che stabilisce le modalità di calcolo e di applicazione dell’importo dello 0,5 per cento della raccolta sulle scommesse ex Decreto Salvasport.

Il giudice monocratico del TAR ha accolto la domanda di sospensiva perché ha ravvisato che sussistenti i presupposti dell’estrema gravità ed urgenza richiesti per sospendere l’applicazione della norma state la sua “oggettiva ed immediata lesività.”

Tutto questo in attesa che il TAR tratti la causa in maniera collegiale prevista in camera di consiglio il 2 dicembre 2020.

Si tratta di una buona notizia che conferma i timori evidenziati sin dall’inizio da tutti gli esperti di settore e dalla prestigiosa testata IlSole24Ore sulla insostenibilità di questa tassazione quando riferita al betting exchange.

Il pagamento della tassa dello 0,5% è quindi intanto sospeso in attesa che il 2 dicembre 2020 ci sia un ulteriore approfondimento della questione da parte del TAR.


Info Offerte Nuovi Registrati

Betfair: 100% Rimborso Exchange fino a €50. [APRI SITO]

Betflag: commissioni 2%. [APRI SITO]

Riservato ai maggiorenni. I siti indicati sono autorizzati dallo Stato italiano. Giocare con moderazione, il gioco può creare dipendenza.

Aggiungi commento